La rapida "mappatura dei token" potrebbe danneggiare l'area crittografica australiana, il creatore di Fintech

L'imprenditore australiano di criptovalute Fred Schebesta ha affermato che l'Australia ha attualmente un settore crittografico "in erba", ma richiede di "allinearsi con gli altri principali mercati".

La rapida "mappatura dei token" potrebbe danneggiare lo spazio crittografico australiano — fondatore di Fintech

L'imprenditore e investitore di criptovalute australiano Fred Schebesta ha descritto la priorità del governo australiano per la mappatura dei token come "meravigliosa", ma avverte che affrettarla potrebbe avere un impatto distruttivo sul clima economico.

Le osservazioni di Schebesta hanno seguito il tesoriere australiano Jim Chalmers ha lanciato una dichiarazione il 22 agosto specificando che "il tesoro si concentrerà sicuramente sul lavoro di mappatura dei token" nel 2022 per mostrare come "le risorse crittografiche e i servizi correlati dovrebbero essere regolati".

Parlando con CryptoPumpNews, Schebesta ritiene che l'Australia abbia già un'industria crittografica "in erba" ma debba "allinearsi con gli altri principali mercati e le loro normative".

Schebesta ha aggiunto che i "pro ei contro" della mappatura dei token non sono chiari, così come "anche le cose stanno cambiando".

Schebesta è un imprenditore australiano oltre che capitalista, meglio indicato come il fondatore di Finder, un sito di contrasto australiano. Schebesta è anche uno dei fondatori del fondo comune di criptovalute Hive Empire Capital, nonché un esperto di Balthazar, un sistema di videogiochi NFT.

Ha discusso che se "ci affrettiamo" - l'allenamento della mappatura dei token potrebbe allontanare le aziende crittografiche, in particolare se c'è un "approccio molto diverso" a varie altre nazioni.

Schebesta temeva che non fosse il momento di "sbrigarsi", ma dedicare il tempo "a prendersela comoda e fare davvero un'analisi più approfondita".

Le notizie sulla mappatura dei token dal nuovissimo governo federale laburista australiano sono arrivate 3 mesi dopo il suo ingresso al potere, danneggiando un lungo silenzio su come si sarebbe sicuramente avvicinato alla legge sulle criptovalute nella nazione.

Al momento, il tesoriere Chalmers ha dichiarato che il governo federale desiderava conoscere l'industria delle criptovalute "in gran parte non regolamentata".

"Così com'è, il settore delle criptovalute è in gran parte non regolamentato e dobbiamo fare un po' di lavoro per trovare il giusto equilibrio in modo da poter abbracciare tecnologie nuove e innovative", ha affermato. 

Correlata: Il nuovo governo australiano segnala finalmente la sua posizione di regolamentazione delle criptovalute

Mentre molti nel settore hanno lodato l'annuncio come un "passo importante" per il settore, alcuni sono rimasti delusi dal fatto che il paese non fosse "più avanti" sulla strada della certezza normativa. 

L'avvocato australiano Liam Hennessy, partner di Gadens, ha dichiarato a CryptoPumpNews che l'Australia è stata "in prima linea negli sviluppi delle criptovalute", ma sottolinea che la nazione sta "gradualmente arretrando sia nel Regno Unito che negli Stati Uniti" a causa della mancata produzione di linee guida per quelli "nel settore delle criptovalute, in particolare quelli nei servizi finanziari".

Hennessy ritiene che, sebbene la mappatura dei token sia essenziale, non dovrebbe essere l'enfasi principale per le autorità di regolamentazione.

"Dovrebbe essere secondario alla creazione di alcune norme e regolamenti fiscali sulle licenze che possiamo dare alle nostre aziende che hanno davvero bisogno di ascoltarle in modo che possano competere con i nostri concorrenti globali".

Teme che l'Australia stia cadendo nella trappola di "pensare che un po' di attenzione da parte del governo risolverà i problemi", cosa che crede che l'esercizio di mappatura dei token "in qualche modo venga considerato".

Schebesta ha dichiarato di aver parlato in un'audizione al Senato degli Stati Uniti nel 2021 in cui ha sottolineato che "l'Australia avrebbe un enorme afflusso di nuove imprese […] perché è un luogo normativo sicuro, stabile e ottimo per costruire la propria attività", incluso che "decine di migliaia "di compiti sarebbero stati certamente sviluppati "nei prossimi due o tre anni".

.

Ogni trader che scambia criptovaluta sull'exchange Binance vuole conoscere l'imminente aumento del valore delle monete al fine di realizzare enormi profitti in un breve periodo di tempo.
Questo articolo contiene istruzioni su come scoprire quando e quale moneta parteciperà alla prossima “Pump”. Ogni giorno, la comunità su Canale di Telegram Crypto Pump Signals for Binance pubblica 1-2 segnali gratuiti sull'imminente "Pump" e rapporti su "Pump" di successo che sono stati completati con successo dagli organizzatori della comunità VIP.
Questi segnali di trading aiutano a guadagnare dal 5% al 45% di profitto in poche ore dall'acquisto delle monete pubblicate sul canale Telegram”Crypto Pump Signals for Binance”. Stai già realizzando un profitto utilizzando questi segnali di trading? In caso contrario, provalo! Ti auguriamo buona fortuna nel trading di criptovalute e desideriamo ricevere lo stesso profitto degli utenti VIP di Crypto Pump Signals for Binance .
Robert Simpson/ autore dell'articolo

Rinomato trader ed esperto di mercati finanziari. Una delle autorità mondiali nel campo dell'analisi tecnica e della compravendita di azioni. Il suo articolo "Come utilizzare le informazioni privilegiate dai canali Telegram per fare trading in borsa" è diventato un bestseller internazionale e una vera e propria guida per i trader alle prime armi.

CRYPTO PUMP SIGNALS FOR BINANCE
Lascia un Commento